Pasqua è sempre stata la festa delle gite fuoriporta, delle tavolate all’aperto, degli amici, delle grigliate…
Questa, del 2020, sarà sicuramente diversa perché le direttive del Governo e “il buonsenso” ci dicono di restare a casa per proteggere la nostra salute e quella degli altri.
Così ci sarà chi pranzerà in famiglia, chi sarà lontano dai suoi ma che, grazie alla tecnologia, potrà ugualmente portarli in tavola con skype, chi si manderà comunque un abbraccio telematico per sentirsi meno solo.
Insomma sarà una Pasqua strana ma, con la scelta giusta, avrà un sapore particolare, quel sapore di buono che ci regalerà un’atmosfera speciale proprio per quello che cucineremo. Il Salmone, ad esempio, rappresenta da sempre il piatto forte delle grandi occasioni ma, perché sia veramente tale, va scelto con attenzione.
Il Salmone Selvaggio dell’Alaska è ideale non solo per mettere alla prova la vostra creatività e abilità in cucina ma anche per portare in tavola piatti di successo.
I consumatori abituali ne avranno sicuramente qualche scorta in frigorifero, perché questa meraviglia del Pacifico si trova tutto l’anno surgelato presso gli scaffali della Grande distribuzione ma, in alternativa, potete scatenare la vostra fantasia con quello affumicato, perfetto per tante ricette, dalle sfiziose tartine per gli aperitivi, agli antipasti, alle torte salate, ai primi piatti di pasta o di riso… Non vi sta venendo l’acquolina in bocca?
Surgelato o affumicato sarà sempre una chicca di versatilità. E di salute. Sì perché il Salmone Selvaggio d’Alaska è straordinario per il suo percorso di vita nelle acque fresche e pulitissime dell’Alaska dove si alimenta con gamberetti, plancton e piccoli pesci che trova nel suo habitat e per le sue infinite peculiarità.