Contatti

Per ulteriori informazioni sulle campagne di ASMI per la promozione dei prodotti del mare dell’Alaska e per richiedere materiale informativo o grafico, contattare l’ufficio dell’Europa meridionale, situato a Barcellona, Spagna.

David McClellan

Rappresentante regionale dell’Alaska Seafood Marketing Institute

C/ Borrell 7 – Local 19 08190 St. Cugat del Vallès (Barcellona) Spagna

Tel:+34 93 589 8547
Fax:+34 93 589 7051

E-mail: dmcclellan@alaskaseafood.org
Web: www.alaskaseafood.org

Seguici sui Social Network

 

Metodi di pesca

La pesca in Alaska è un’attività che si svolge durante tutto l’anno; è suddivisa in diverse stagioni di pesca e diversi metodi di cattura, a seconda del tipo di pesce e/o crostacei che vengono catturati.

Metodi di Pesca del Salmone Selvaggio

Pesca con reti da posta

I tramagli formano un muro di reti da posta nell’acqua, sospese da galleggianti di sughero in superficie, che possono coprire una distanza da 275 a 550 metri ed estendersi a profondità variabili. I salmoni che cercano di nuotare attraverso la rete rimangono impigliati con le branchie nelle maglie della rete.

 

  • Pesca con reti derivanti: i pescherecci mettono le reti sulle rotte migratorie del salmone lungo la costa e issano il pesce catturato a bordo. I pescherecci con reti da posta derivanti vanno dagli 8 ai 13 metri di lunghezza.
  • Pesca con rete da posta fissa: una piccola barca o schiff stende una rete da posta dalla riva per catturare il salmone che nuota vicino ad essa. La rete viene lasciata in acqua per un determinato periodo di tempo al termine del quale viene sollevata a mano.

 

Specie: Rosso, Keta, Argentato, Reale e Rosa

Pesca alla traina

La traina è un tipo di pesca artigianale che viene praticata solo nel sud-est dell’Alaska.

 

I trollers sono piccole imbarcazioni manovrate da uno o due persone e pescano con palangari con esche artificiali o naturali. In generale, le aree di pesca più ampie sono assegnate ai pescherecci, ma i loro volumi di cattura sono inferiori a quelli della pesca con rete. I pescherecci spesso pescano al largo, dove intercettano il salmone mentre inizia la migrazione attraverso le acque interne.

 

La pesca alla traina del salmone punta sulla QUALITÀ e non sulla quantità.

 

Specie: Reale, Argentato e Keta

Pesca con rete da circuizione a chiusura

Le reti a circuizione a chiusura hanno una rete circolare che forma un sacco che si chiude sul fondo. La rete galleggia in superficie, sospesa da tappi sintetici, e uno skiff trascina un’estremità della rete attorno al banco di salmoni per racchiuderli nel sacco; la rete viene poi issata a bordo con una carrucola e un argano.

 

I pescherecci con reti da circuizione a chiusura di solito gettano le reti in zone vicine alla costa dove si riuniscono grandi banchi di salmoni. Le dimensioni delle reti a maglie utilizzate nella pesca con reti a circuizione a chiusura sono inferiori rispetto a quelle delle reti da posta. Le reti da circuizione a chiusura sono lunghe circa 460 metri e profonde 30 metri, anche se le loro dimensioni variano a seconda della regione.

 

I pescherecci che praticano la pesca con reti da circuizione a chiusura sono i più grandi e sono quelli che catturano i volumi maggiori.

 

Specie: Rosa, Keta e Rosso

Metodi di Pesca dei Pesci Bianchi e dei Crostacei

Pesca con la nassa

Pesca con la nassa Alaska Seafood

Le nasse sono gabbie in acciaio ricoperte da una rete, che vengono innescate e poste sul fondo del mare e collegate con una corda a una boa di superficie.

 

Per questo tipo di pesca vengono utilizzate navi di lunghezza simile ai pescherecci con palangari.

 

I pescatori sollevano le nasse e rigettano in mare le catture indesiderate.

Specie: Carbonaro, Merluzzo del Pacifico, Halibut del Pacifico, Granchio Reale e Grancevola artica, gamberetti e vongole
Pesca con la nassa

Pesca a strascico

Pesca a strascico Alaska Seafood

La pesca a strascico utilizza una grande rete a forma di imbuto trainata da un peschereccio. I pescherecci da traino sono le più grandi navi utilizzate per la pesca del pesce bianco in Alaska. Usano mezzi avanzati per rilevare e identificare i banchi di pesci sott’acqua, consentendo alle navi di regolare la rete da traino a seconda dei pesci e del fondo marino ed evitare la cattura di specie indesiderate.

  • Pesca a strascico pelagica: la rete viene trascinata a una profondità di circa 100-400 metri.
  • Pesca a strascico di fondo: la rete viene trascinata appena sopra il fondo del mare, utilizzando rulli per evitare di danneggiare l’habitat.

 

Specie: Pollack dell’Alaska, passera di mare / platessa, merluzzo del Pacifico, carbonaro, scorfano del Pacifico.
Pesca a strascico

Pesca con palangari

Nella pesca con il palangaro, una lenza principale con ami innescati, distribuiti ad intervalli regolari, è disposta sul fondo dell’oceano.

 

I pescherecci con palangari sono più piccoli dei pescherecci da traino.

 

In questo tipo di pesca, i pescatori possono selezionare i pesci da catturare e rilasciare vivi nell’oceano quelli di specie diverse.

 

I cosiddetti “pescherecci congelatori con palangari” possono congelare il pesce in mare.

 

Specie: Pollack dell’Alaska, Halibut del Pacifico, Carbonaro, Merluzzo del Pacifico.

Pesca con esche piombate

Il vertical fishing (jigging o jig fishing in inglese) è un metodo che utilizza più ami in linea con esche artificiali piombate (jig) e un mulinello elettrico che genera tiri della lenza su e giù.

 

Ogni tamburo può avere fino a cinque lenze e su ogni lenza può essere montato un massimo di 30 ami.

 

In questo tipo di pesca vengono utilizzate navi di lunghezza simile a quella dei pescherecci più piccoli utilizzati nella pesca con nasse e con il palangaro. I pesci catturati vengono classificati e quelli delle specie indesiderate vengono rigettati vivi in mare.

 

Specie: Carbonaro, Merluzzo del Pacifico.

Immersioni

I pescatori di conchiglie si tuffano dalle barche fino al fondale, dove selezionano a mano i molluschi.

 

Un compressore (narghilè) pompa continuamente aria attraverso un tubo ai subacquei mentre cercano i frutti di mare.

 

I subacquei estraggono i molluschi dal loro habitat sul fondo del mare con un rastrello o un getto d’acqua pressurizzato e li conservano in una sacca a rete legata intorno alla vita fino a quando non tornano sulla barca che li aspetta in superficie.

 

Specie: vongole, ricci di mare e cetrioli di mare.

Pesca con draghe

Le capesante vengono raccolte con una draga, un telaio metallico rettangolare largo circa 3,6 metri, fissato a un retino a maglia.

 

Le navi spesso trascinano due draghe lentamente sul fondo del mare dove si trovano le capesante fino a un massimo di un’ora prima di issarle.

 

Specie: capesante.

Pesca con pala / rastrello

I raccoglitori di crostacei raggiungono i banchi di vongole camminando lungo la spiaggia o in barca (skiff), le raccolgono con pale e rastrelli e le trasportano in secchi.

 

Specie: Cannolicchi.