Contatti

Per ulteriori informazioni sulle campagne di ASMI per la promozione dei prodotti del mare dell’Alaska e per richiedere materiale informativo o grafico, contattare l’ufficio dell’Europa meridionale, situato a Barcellona, Spagna.

David McClellan

Rappresentante regionale dell’Alaska Seafood Marketing Institute

C/ Borrell 7 – Local 19 08190 St. Cugat del Vallès (Barcellona) Spagna

Tel:+34 93 589 8547
Fax:+34 93 589 7051

E-mail: dmcclellan@alaskaseafood.org
Web: www.alaskaseafood.org

Seguici sui Social Network

 

Tracciabilità

Cos’è la TRACCIABILITÀ?

 

La tracciabilità è “la possibilità di rintracciare e seguire il percorso di un alimento attraverso tutte le fasi della produzione, lavorazione e distribuzione

(Codex Alimentarius)

Consegna Alaska Seafood

Quali sono gli elementi fondamentali?

 

La tracciabilità necessita di un sistema che permetta di tenere traccia dei prodotti in fase di ricezione, lavorazione, etichettatura e spedizione.

 

Il sistema di tracciabilità comprende i seguenti elementi:

 

  • Prodotto in arrivo: consiste nell’identificare e dimostrare la provenienza dei prodotti in arrivo.
  • Separazione: controllo e separazione dei lotti o dei lotti di prodotti (nello spazio e nel tempo).
  • Prodotto in uscita: consiste nell’assicurarsi che l’imballaggio del prodotto sia effettuato separatamente e che corrisponda a ciascun lotto.
  • Etichette: tutti i prodotti in entrata e in uscita devono riportare le informazioni necessarie per identificarli.
  • Registri: consiste nel certificare la corretta tenuta dei registri in ogni fase del processo (ricezione, stoccaggio, produzione e spedizione).

Come viene verificata la TRACCIABILITÀ?

La tracciabilità può essere verificata utilizzando vari metodi, tra cui: dichiarazioni giurate, audit dei clienti e audit di terze parti.

 

Dichiarazione della società o dichiarazione giurata

Il cliente chiede al proprio fornitore di confermare, per iscritto, l’origine del prodotto. Il cliente fa affidamento sulla certificazione (dichiarazione giurata o semplice dichiarazione) del fornitore di conformità alle leggi statali, federali e internazionali applicabili che garantiscono la tracciabilità.

 

Audit del cliente

Questo metodo di verifica può essere eseguito in due modi principali. Il metodo di base è che il cliente visiti l’ufficio del fornitore e controlli la documentazione del fornitore (documento di sbarco, rapporti di sbarco, registrazioni di lavorazione, ordini di acquisto, liste di spedizione, fatture, ecc.) riguardante i prodotti che acquista. Il livello più avanzato prevede che il cliente visiti gli impianti di lavorazione del fornitore (vicino alle zone di pesca) e gli impianti di produzione (lontano dalle zone di pesca) ed effettui una verifica fisica della tracciabilità dei prodotti.

 

Audit di terze parti

Il cliente utilizza i servizi di un revisore esterno e concorda il livello (intensità) desiderato dell’audit. L’auditor visita gli impianti, le strutture e gli uffici del fornitore ed effettua gli esami e le ispezioni richiesti. L’auditor comunica quindi i risultati ai consumatori/clienti.

Scarica il PDF

A certificazione della tracciabilità ALASKA RFM

Tracciabilità, una questione di legge

Etichettatura Alaska Seafood
Etichettatura Alaska Seafood

Gli sforzi legislativi per richiedere la tracciabilità degli alimenti sono stati guidati dall’Unione Europea (UE) e dagli Stati Uniti (USA), con altre organizzazioni come il Codex Alimentarius e l’Organizzazione internazionale per la standardizzazione (ISO) che hanno svolto un ruolo importante nello sviluppo di standard e linee guida internazionali.

 

Tutti i pesci e frutti di mare dell’Alaska sono rintracciabili per legge. I fornitori di pesci e frutti di mare dell’Alaska devono rispettare le leggi e le normative nazionali e internazionali applicabili che disciplinano i produttori alimentari. Inoltre, i fornitori dell’Alaska devono aderire allo standard di tracciabilità dell’Alaska Seafood Marketing Institute (ASMI), garantendo la tracciabilità dei prodotti che producono.

È importante notare che praticamente tutti gli audit di tracciabilità esterni o di terze parti dispongono della documentazione già richiesta dalla legge e sottolineare gli sforzi compiuti in buona fede dell’azienda per dimostrare la tracciabilità e tecniche di produzione corrette e moderne.