Contatti

Per ulteriori informazioni sulle campagne di ASMI per la promozione dei prodotti del mare dell’Alaska e per richiedere materiale informativo o grafico, contattare l’ufficio dell’Europa meridionale, situato a Barcellona, Spagna.

David McClellan

Rappresentante regionale dell’Alaska Seafood Marketing Institute

C/ Borrell 7 – Local 19 08190 St. Cugat del Vallès (Barcellona) Spagna

Tel:+34 93 589 8547
Fax:+34 93 589 7051

E-mail: dmcclellan@alaskaseafood.org
Web: www.alaskaseafood.org

Seguici sui Social Network

 

Valori Nutrizionali

Una buona alimentazione è essenziale per una dieta equilibrata e sana. È molto importante mangiare cibi con un alto apporto nutritivo per il corretto funzionamento del nostro corpo.

Valori nutrizionali dei prodotti dell’Alaska

Valori nutrizionali del salmone selvaggio dell’Alaska

Kcal Proteine (g) Totale di grassi Grassi saturi Sodio (mg) Colesterolo (mg) Grassi Omega-3 (g)
Reale (King) 231 25,7 13,3 3,2 60 85 1,7
Rosso (Sockeye) 216 27,3 10,9 1,9 66 87 1,2
Argentato (Coho) 184 27,3 7,5 1,5 53 57 1,1
Keta (Chum) 154 25,8 4,8 1 64 95 0,8
Rosa (Pink) 149 25,5 4,4 0,7 86 67 1,3
Fonte: questi valori provengono dall’USDA National Nutrient Database, pubblicato il 17 dicembre 2004. I valori si riferiscono a porzioni commestibili da 100 g, cotte a calore secco. I valori di Omega-3 rappresentano la somma dell’acido eicosapentaenoico (EPA) e dell’acido docosaesaenoico (DHA).

Valori nutrizionali del Pesce Bianco dell’Alaska

Kcal Proteine (g) Totale di grassi Grassi saturi Sodio (mg) Colesterolo (mg) Grassi Omega-3 (g)
Halibut 140 26,6 2,9 0,4 69 41 0,5
Merluzzo del Pacifico 105 22,9 0,8 0,1 91 47 0,3
Pollack d’Alaska 78 16,7 0,8 0,2 116 96 0,5
Scorfano del Pacifico 121 24,0 2 0,5 77 44 0,4
Platessa 117 24,1 1,5 0,4 105 68 0,5
Merluzzo Nero 250 17,2 19,6 4 72 63 1,8
Fonte: questi valori provengono dall’USDA National Nutrient Database, pubblicato il 17 dicembre 2004. I valori si riferiscono a porzioni commestibili da 100 g, cotte a calore secco. I valori di Omega-3 rappresentano la somma dell’acido eicosapentaenoico (EPA) e dell’acido docosaesaenoico (DHA).

Valori nutrizionali dei crostacei dell’Alaska

Kcal Proteine (g) Totale di grassi Grassi saturi Sodio (mg) Colesterolo (mg) Grassi Omega-3 (g)
Granchio Reale 97 19,3 1,5 0,1 1072 53 0,4
Grancevola Artica 90 18,4 1,3 0,1 100-900 60 0,4
Granciporro del Pacifico 110 22,3 1,2 0,1 378 76 0,4
Ostriche del Pacifico 90 11,1 2,2 0,5 106 47 0,7
Gamberetto 99 20,9 1 0,3 224 195 0,3
I valori corrispondono a porzioni commestibili di 100 g, cotte o cotte al vapore.

Valori nutrizionali del salmone in scatola dell’Alaska

Kcal Proteine (g) Totale di grassi Grassi saturi Sodio (mg) Colesterolo (mg) Grassi Omega-3 (g)
Rosso (Sockeye) 153 20,4 7,3 1,6 538 44 1,1
Rosa (Pink) 139 19,7 6 1,5 554 55 1,6
I valori corrispondono a porzioni commestibili di 100 g, senza sale, sgocciolate con spine.

Valori nutrizionali delle uova di salmone in scatola dell’Alaska

Energia DHA* EPA* Calcio Vitamina D Lecitina Vitamina A Vitamina B1 Vitamina B2 Vitamina B12
Sujiko 249 kcal 2,17 g 1,90 g 100 mg 47,0 ug 150 ug 500 IU 0,50 mg 0,40 mg 53,9 ug
Ikura 249 kcal 2,17 g 1,90 g 100 mg 47,0 ug 150 ug 500 IU 0,50 mg 0,40 mg 47,3 ug
* DHA = acido docosaesaenoico, EPA = acido eicosapentaenoico

Sujiko e ikura contengono alti livelli di acidi grassi insaturi come l’acido docosaesaenoico e l’acido eicosapentaenoico; sono inoltre ricchi di sali minerali e vitamine. Il DHA si trova solitamente nell’olio di pesce e non è presente nella carne o nelle piante. Per otterne il contributo è necessario seguire una dieta a base di pesce. Le uova di salmone contengono anche alti livelli di calcio, un altro elemento benefico per la salute.

 

Effetti fisiologici dell’EPA (acido eicosapentaenoico)
  • Previene la formazione di coaguli
  • Previene l’indurimento delle arterie
  • È antinfiammatorio
  • Effetti fisiologici del DHA (acido docosaesaenoico)

 

Contribuisce allo sviluppo della retina e del cervello dei bambini
  • Aiuta a migliorare la memoria e la capacità di apprendimento
  • Ripara i vasi sanguigni
  • Previene e riduce i reumatismi
  • Interviene nell’assimilazione del calcio; quindi contribuisce ad evitare il rachitismo, l’indebolimento delle ossa, l’osteoporosi e l’osteomalacia