• 400 g di salmone selvaggio dell’Alaska
  • 200 g di fagioli neri cotti
  • 8 limoni
  • 1 gambo di sedano tritato finemente
  • 2 cipolle tagliate a julienne
  • 2 spicchi d’aglio tritato
  • un cucchiaino di aglio in pasta (facoltativo)
  • 2 cucchiai di prezzemolo fresco tritato
  • 2 pannocchie di mais bollite
  • 1 yucca sbucciata e bollita
  • sale qb

Method

    Spremete i limoni e tenete da parte il succo. Togliete la pelle al salmone e tagliatelo in tocchetti di circa 2 cm. Metteteli in un recipiente di vetro e copriteli con parte del succo di limone, un po’ di sale, uno spicchio d’aglio tritato, un cucchiaio di prezzemolo tritato, ½ cucchiaino di pasta d’aglio, metà del gambo di sedano. Lasciate riposare il tutto per circa 3 ore finchè sarà “cucinato”. Tagliate la cipolla a juienne e mettetela in un recipiente coperta con acqua per almeno un’ora, Scolatela e passatela nel recipiente di vetro con gli altri ingredienti. Aggiustate di sale. Lasciate riposare almeno un’ora. Versate il rimanente succo di limone sulle pannocchie, aggiungete il resto del gambo di sedano tritato e della pasta di aglio e lasciate riposare per almeno un’ora fino a quando le pannocchie non avranno ben assorbito i vari sapori. Tagliate la yucca in piccoli tocchetti di circa 4 cm e fatelo anche con le pannocchie.
    Impiattate mettendo al centro il pesce e, intorno, i fagioli, la cipolla, la yucca e le pannocchie.

You may also like