• Il pesce è molto importante per l’alimentazione. Chi mangia pesce e crostacei regolarmente è più sano di quelli che non lo fanno. Mangiare pesce e frutti di mare da solo non può prevenire l’insorgenza di malattie, ma può ritardare lo sviluppo di alcune patologie.
  • Il mercurio è un contaminante che si trova di solito in piccole quantità mente applicabile in ciascuno di pesce e crostacei. Troppo mercurio può essere rischioso per le donne incinta e i bambini, che dovrebbero evitare quei pesci dove il mercurio può essere più presente come per esempio il pesce spada, lo squalo, lo sgombro e così via. DIversificare i le specie di pesci che si mangiano riduce la possibilità di raggiungere livelli nocivi di mercurio. Analisi chimiche dimostrano che il salmone dell’Alaska, il merluzzo, e il pollock hanno tra i più bassi livelli di mercurio di tutti i prodotti ittiici. Sgombro, aringhe, sardine hanno un basso contenuto di mercurio. Si possoni mangiare questi pesci, senza preoccuparsi di tali contaminanti. Residui di contaminanti organici come PCB, diossine, e pesticidi sono generalmente presenti solo in quantità molto basse. Il consumo di prodotti ittici disponibili in commercio non è stato collegato ad alcun rischio per la salute. Gli esperti concordano: i benefici per la salute nell’inserire il pesce nella propria dieta superano di gran lunga gli eventuali rischi.